Disturbi del sonno: prendiamoci cura del nostro cuore!

Che  l’insonnia sia un problema comune a tante persone ormai è risaputo, ma che faccia male anche al nostro cuore è un fattore meno noto.

Spesso si tendono a sminuire i disturbi del sonno, si dà colpa allo stress o ad un caffè preso in tarda serata e si trascura un problema che può esser causa, a lungo andare, di conseguenze sia fisiche che psicologiche. Parlarne con il medico è il comportamento più giusto da assumere in questi casi, come forma utile di prevenzione.

E’ stato dimostrato che il riscontro ed il peggioramento di problemi cardiovascolari è più frequente in soggetti che soffrono già di disturbi del sonno: apnee durante il sonno (ovvero momentanee interruzioni del respiro di notte), micro risvegli, sono sintomi da non sottovalutare.

Dunque, una persona su due che soffre di disturbi del sonno ha maggiore probabilità di riscontrare disturbi cardiovascolari e di ipertensione: questo è il dato diffuso dall’ Aims, Associazione Italiana di Medicina del Sonno.

Vediamo più nello specifico cosa accade: nei momenti di insonnia notturna aumenta la pressione intratoracica poiché è maggiore lo sforzo inspiratorio, di conseguenza aumenta la coagulabilità del sangue e la pressione arteriosa. La quantità di sangue che il cuore espelle ad ogni battito, invece, tende a diminuire, causando uno sforzo a livello del cuore e del sistema nervoso  centrale.

A ciò si aggiunge un senso di nervosismo e di irritabilità durante il giorno, perché al nostro organismo viene a mancare il riposo necessario.

Seguire piccole regole, spesso già note ma difficilmente messe in pratica, può aiutare a diminuire le potenziali cause di insonnia:

  • Evitare l’assunzione di alcool e caffeina prima di andare a letto
  • Tenere sotto controllo il proprio peso, dato che l’insonnia colpisce maggiormente le persone obese o in sovrappeso
  • Ridurre drasticamente il fumo o meglio astenersi da esso
  • Condurre una vita regolare, cercando di svegliarsi e di coricarsi sempre agli stessi orari
  • Praticare esercizio fisico almeno 5- 6 ore prima di andare a letto

Non sottovalutiamo i segnali che il nostro corpo ci manda, sono un campanello d’allarme fondamentale per condurre uno stile di vita sano e corretto.

Precedente

Cosa ci spinge a scegliere il materasso?

Successivo

L’importanza del rivestimento per il nostro materasso

  1. Antonio

    Non sapevo che i disturbi del sonno potessero creare così tanti problemi al nostro corpo!

  2. Carla

    Pienamente d’accordo con la citazione di Dumas presente in foto “Il sonno è una divinità capricciosa, e proprio quando lo si invoca si fa aspettare”! O.o

Lascia un commento

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén