materassi-confronto

Quando si è in cerca di un confronto sui prezzi dei materassi in memory si apre, per il consumatore, uno scenario molto affollato di innumerevoli proposte ed offerte commerciali (soprattutto a prezzi low cost) e di tanta confusione e scarsità di informazione sull’argomento.

Affacciandoci sul mercato sembra quasi di assistere ad uno scenario convulsivo dove molti operatori del settore, invece di diffondere la “cultura del riposo”, preferiscono fare a gara a chi riesce a fornire un materasso al prezzo più basso. (Fa niente se poi per abbattere i costi non si imbocca nemmeno lontanamente la strada della qualità).

Può sembrare banale dirlo ma la realtà è questa; d’altronde in Italia, non a caso, per ciò che riguarda il livello di considerazione verso la “cultura del riposo”, siamo ancora molto lontani rispetto al resto d’Europa.

Detto questo, c’è da dire che tutta questa scarsità di informazione porta il consumatore, più esigente, a chiedersi: “Qual è la giusta fascia di prezzo da considerare qualora decido di affidare il mio riposo nelle mani di un materasso realmente efficiente e duraturo? Beh.. senz’altro si tratta di una lecita e giusta domanda.

Ma la domanda che prima di tutto dovremmo porci è: “Quanto è possibile riconoscere la qualità in un materasso memory?” Diciamoci la verità, il materasso è un prodotto chiuso il cui contenuto è difficilmente identificabile da parte del consumatore ed anche gli spaccati rappresentavi (diffusi negli showroom) lasciano il tempo che trovano.

Dovrebbe essere un dovere dell’aziende del settore, quindi, chiarire al consumatore quelli che sono gli aspetti e le differenze sostanziali che distinguono un prodotto di fascia “premium” da un prodotto mediocre in modo che il consumatore possa essere più sicuro e consapevole di cosa significhi acquistare un materasso in memory di qualità. 

Prima di imbattersi in un confronto sui vari prezzi dei materassi in memory è sempre bene ricordare che questo prodotto è il frutto di ricerche ed evoluzione tecnologica. La sua azione innovativa è data dall’utilizzo di materiali sofisticati la cui qualità è sempre assicurata da un costo di produzione fisso e, sicuramente, non a prezzo di saldo.

La conclusione facilmente deducibile è quindi un valore base, che non può essere ridotto. La qualità, purtroppo lo sappiamo, si paga. Il prezzo può variare a seconda dei costi di distribuzione e/o pubblicitari. Per garantire la massima accessibilità è necessario (come ad esempio fa NotteOro) eliminare consistenti voci di spesa come intermediari e punti vendita e veicolare la propria offerta attraverso Internet, ma ciò che non bisogna mai commettere è (senza dubbio) l’errore di rinunciare alla qualità scegliendo la strada del compromesso.

–> Non dormi bene? Clicca qui.